Friday, January 30, 2009

Et toque! *

Foto da Life photo archive

Domanda: la vostra mamma lo sa che ha tesori al fondo dell’armadio ? E voi, lo sapete che la mamma ha tesori nell’armadio? Insomma, ne ha dei tesori nell’armadio, almeno? Perché la mia, su questo argomento, è piuttosto ingenua. Insomma, dato che le parlo di questo da giorni, credo che abbia capito:

Ne donne pas bêtement
Aux inconnus tes vêtements **

Questo proverbio egoista inventato all’istante da me stessa riassume la saggezza che deve avere ogni mamma che possiede vestiti vecchi (per lei) quindi vintage (per noi). Purtroppo, la mamma contemporanea pensa di avere due tipi di vestiti: quelli che mette, e quelli non più mettibili. Tremate ragazze: magari vostra mamma sta buttando proprio adesso dei meravigliosi capi che pensavate di guardare una domenica piovosa e mai, dico mai non potrete dire la frase assassina “questo? Oh, era di mia mamma quando aveva la mia età” (non mi è costato niente, e non potrai trovare lo stesso, e il buon gusto da noi è genetico).

Per tornare a mia mamma, oggi indossa capi dai colori dolci comprati negli ultimi anni. Le piacciono le cose semplici, anche se le foto scattate negli anni 70’ dimostrano che non è sempre stato cosi. Dove sono finiti i suoi pantaloni a zampa d’elefante, le sue maglie eccentriche, e soprattutto, soprattutto i suoi accessori? Mi ricordo, una volta, ben prima di avere il minimo interesse sui vestiti, di suoi armadi troppo pieni, sempre disordinati, dove per prendere il maglione del giorno doveva cercare fra capi di varie epoche che non le ho mai visto addosso. Ma che diavolo ne hai fatto, mamma? Risposta distratta: ho finalmente buttato tutto. BUTTATO? Mia sorella svanisce, la sostengo prima di cadere per terra, vittima di un IFF, ovvero un Infarto di Fashionista Frustrata. Nooo, ho dato tutto a un’associazione, dice lei accanto al mio letto d’ospedale.

Abiti nel sud est della Francia? Hai fatto l’affare del secolo in una vendita di carità? Ora conosci l’origine del tuo bottino!
Per tornare alla mia vita di figlia diseredata per colpa dell’ignoranza di sua mamma, mia sorella ed io abbiamo pianto, ci siamo strappati i capelli, e la vita ha ripreso il suo corso. Fino a ieri.

Mio fratello (questo in realtà non è un blog di moda, ma un albero genealogico) è passato a casa con una sua amica prima di andare a una festa travestita. Mio fratello ha 20 anni e preferisco non pensare al tasso di alcolemia media dei suoi amici alla fine delle feste. È andato via in fretta, dopo che la mamma ha dato alla sua amica e a lui un paio di cose per travestirsi.

Io: mamma, che cosa sono questi magnifici occhiali rosa trasparenti vintage in corridoio?
Mamma: oh niente, erano della tua nonna paterna (la genealogia continua).
Io: Ma sono straordinari, guarda quanto mi stanno bene!
Mamma: Ah sì? Beh, ti danno un aria retrò. Sembri tua nonna.
Mia sorella (chic, anche quando è in pigiama): a me stanno meglio, ma non ne hai due paia?
Mamma: certo, quelli neri li ho prestati all’amica di tuo fratello, insieme alla toque in falsa pelliccia dell’altra nonna (la mia famiglia è molto grande).



Seconda andata diretta per il pronto soccorso. Pero questa volta, entriamo in guerra.

La bellissima amica di mio fratello ha i nostri ultimi accessori di famiglia.
La bellissima amica di mio fratello è a una festa piena di ubriaconi con i nostri preziosi oggetti.
Mio fratello perde sempre tutto (pure la mia bicicletta l’ha persa).
Non penso che la sua bellissima amica avrà voglia di renderci gli accessori, perché non è soltanto bellissima, ha pure molto gusto, e avrà capito che mia mamma non capisce niente del vintage.
Mia mamma non capisce il perché di tutte queste storie per oggetti nemmeno nuovi.

Le facciamo una lezione di vintage. Ha capito. Ha già ricuperato la toque, ma non ancora gli occhiali neri. Domani ci mostra i vestiti in pizzo di mia bisnonna (lo so che siete appassionati delle mie origini) che hanno 100 anni. Più che vintage, come dice la mamma.

Abbiamo provato la toque, che sta meglio a mia sorella.
Mia mamma sta cercando di stabilire una comunicazione con l’aldilà per raccontare questa storia alle nonne.

* Toque: nome francese di un capello di pelliccia da nonna o da Russo fino all’altro ieri, ormai portato dalle fashioniste temerarie.

**Non dare stupidamente agli sconosciuti i tuoi vestiti.




Thursday, January 29, 2009

Vulnérables

Jean-Paul Gaultier

Sarà che siamo in inverno, ma avevo voglia di nero, bianco, un tocco di rosso e basta. Ho visto un sacco di collezioni con colori, pois, ecc, ma non lo so, mi rendeva gelosa di non essere in estate.

Invece guardando il vestito qui sopra, mi sposerei volontieri di nuovo!

Valentino

Non avevo mai pensato assortire i miei capelli al mio vestito.


Comme des Garçons

John Galliano

Yves Saint Laurent

Qui, oltre alle scarpe, mi piace il taglio del vestito. Non sono riuscita a trovare come si chiama in italiano. In francese, diciamo "boule" o "tulipe", a seconda della la forma. Mi sembra anche che non siano molto diffuse in Italia. Sono sempre la sola ad essere vestita così!

Givenchy

Ancora queste spalle. Ci ho messo tempo ad abituarmi.

Jean-Paul Gaultier

Tutte le foto vengono da Style.com




Wednesday, January 28, 2009

Una pagina bianca

Chanel, foto da Popsugar




Tuesday, January 27, 2009

Questi uomini

Galliano

Una volta non mi interessavo della moda maschile, ma con il passare del tempo, ho imparato ad apprezzarla. Ho guardato un po' di sfilate su Internet, ed ecco le foto che mi sono piaciute di più.

Galliano et Alexander McQueen hanno fatto sfilare delle facce veramente interessanti per un risultato originale, però in realtà i capi erano in media piuttosto classici. Dato che per me la moda deve essere un equilibrio fra cose portabili e fantasia, e che la ricerca della bellezza non deve mirare a troppo uniformità fra le persone, queste due case mi sono piaciute molto.

Alexander McQueen

agnès b

Agnès b è una stilista francese che presenta ogni anno capi classici, sempre con discreti particolari che rendono ogni creazione unica. Notate quanto vanno di moda i cappelli.


Adam Kimmel

Il Newyorkese Adam Kimmel ha scelto quest'anno di presentare la sua collezzione fotografando dei signori anziani. Mi piace particolarmente questo, con la sua lunga barba e la sua espressione naturale.


Trussardi

Le giacche militari ci sono già quest'anno, anche per noi donne, e anche in rosso. Dopo averne viste tante sui blog, ho cominciato a vederne per la strada. Nessun dubbio che sarà uno dei miei prossimi aquisti, probabilmente in qualche negozio di vintage.

Gianfranco Ferré


Yves Saint Laurent

Molto nero e molto grigio l'inverno prossimo, cosa che non mi dispiace. è così chic un uomo tutto di nero con un tocco di grigio! E poi si fanno di più notare i bei tessuti e il taglio. Notate le spalle sulla foto della sfilata di Gianfranco Ferré: le trovo molto raffinate. Anche le spalle larghe vanno di moda quest'anno.



Jean-Paul Gaultier

Tutte le foto vengono da Menstyle

Per finire, una parte della sfilata di Jean-Paul Gaultier è stata una corsa, dove bambini e adulti si succedevano, tutti vestiti di nero, anche qui raffinatissimi. Proprio bello!




Monday, January 26, 2009

L'uno è Hermès, l'altro è Paul Smith

Foto da Menstyle

Foto da Menstyle

Allora?

La prima foto viene dalla sfilata inverno 2009-2010 di Paul Smith, la seconda da quella di Hermès, entrembe svolte a Parigi.




Friday, January 23, 2009

Good shoes and a good haircut matter more than a great suit



Oggi vi vorrei presentare vari siti che ho trovato grazie a Stumble.

Per cominciare, questa pagina con foto di scarpe assurde, però confesso che mi sembrano più strane che belle.


Poi, in seguito al post che ho fatto l'altro ieri, ecco in inglese una lista di raccomandazioni fashion da fare leggere al vostro fidanzato. Da qui viene il titolo di oggi, che secondo me bisogna imparare a memoria!




Più femminile, ho scoperto questo sito sugli antichi corsetti, sempre in inglese ma molto fornito in foto di corsetti classificati per epoca.

E per finire, un sito giapponese con bellissime foto di street style.




Thursday, January 22, 2009

TV vs strada

Foto da The Sartorialist

Una cosa è sicura: in Italia, per essere elegante, meglio ispirarti ai look che vedi per la strada.

Foto da Reality Blog

Ho deciso di fare un test: ho cercato su Google delle foto di presentatrici TV e le ho paragonate alle ultime foto di ragazze milanesi pubblicate da The Sartorialist.

Foto da The Sartorialist

Sapete che difficoltà ho incontrato? Trovare delle foto di presentatrici TV vestite!

Comunque, ho smesso di guardare la TV da un bel po'. Non penso che in Francia la TV sia fantastica, ma anni fa, quando sono arrivata in Italia, sono rimasta male accendendo la TV. Vi rendete conto che qui, gli adolescenti crescono con questo modello di donna? è orribile! Ma il peggio dell'Italia, sono i calendari: sapete che esistono solo qui (e nei camion)?

Foto da The Sartorialist

Fortunatamente, la TV non è copiata da tutte. La donna italiana è un modello d'eleganza all'estero, e se lo merita!

Finiamo con una foto particolarmente trash:

Foto da Gossipnews




Tuesday, January 20, 2009

Obamania

Foto Annie Leibovitz per Vogue

Non è la cosa più originale del mondo pubblicare oggi un post su Michelle Obama, ma perdonate questo blog neonato!

In realtà, più che parlare della giacca dorata che portava oggi Michelle per il giuramento di suo marito, vorrei sottolineare quanto la moda abbia urgenza di modernizzarsi. Lo so, è un paradosso dato che la moda per definizione è ciò che è sempre all'avanguardia, ma c'è un ambito in cui non brilla per la sua modernità.

L'immenso successo della first lady, nell'ora in cui i creatori esitano ancora a fare sfilare ragazze di colore, potrebbe cambiare qualcosa. Infatti, penso che il mondo della moda si adatti a quello che vogliamo vedere, e così si succedono sulle passarelle migliaia di cloni bionde e qualche ragazza di colore per spargere un po' di politicamente corretto e salvare la nostra buona coscienza. Lo so, c'è la grande Naomi. Lo so, ci sono le stupende Sessile Lopez e Alec Wek e qualche altra, ma la presenza di top di colore è marginale. Questo problema mi colpisce ancora di più in Francia, che conta una grande proporzione di persone di origine straniera, quasi totalmente ignorate dal mondo della moda.

Chissà se l'ammirazione che suscita Michelle incoraggerà gli stilisti ad interessarsi a bellezze finora ignorate. Chissà se l'onnipresenza di Michelle nei media renderà il suo viso più familiare a noi tutti, e se le modelle di colore saranno apprezzate per la loro bellezza vera e non per dare un tocco di colore ad una sfilata! E per finire, chissà se l'interesse per questa donna carismatica non sarà anch'esso un fenomeno di moda!

Vedremo se la fashion week che comincia fra tre giorni sarà già stata influenzata da questo fenomeno!




Monday, January 19, 2009

Dolce Alix


Stranamente, ho comprato solo gonne questo inverno. Ma la cosa più sorprendente ancora, è che le ho portate con regolarità. Una delle mie preferite viene dalla collezione della bella Alix. L'ho comprata tre mesi fa insieme a dei stupendi pantaloni.

Buona notizia: la collezione è in vendita sul sito Atelier de la mode fino a venerdì sera! Questo sito vende vestiti di giovani stilisti in edizione limitata, ed è quindi l'occasione di comprare capi che non troverai sulle tue colleghe! Questo autunno, il sito parlava di consegnare anche all'estero, ma non so se è già cosi. Lo stesso è un buon indirizzo da tenersi!

Per quanto riguarda la collezione By Alix, quello che più mi ha colpito, è quanto ogni dettaglio è curato, dalla materia alle cuciture, dal taglio al pacco! I prezzi vanno dai 53 euro per una camicia ai 102 euro per il vestito sulla foto, cioè sono più che corretti per una tale qualità!

Attenzione però: Una taglia 40 in Italia corrisponde a una 36 in Francia, una taglia 42 italiana corrisponde a una 38 francese, e cosi via.




Friday, January 16, 2009

Mondrian shoes?



Pare che Balenciaga si sia ispirato ai lego per creare questa scarpa.

Pare che Gerrit Rietveld si sia ispirato a Mondrian per creare i suoi oggetti.

Io, invece, non pensavo che un giorno avrei detto "queste scarpe assomigliano alla sedia". La vita è piena di sorprese.






Thursday, January 15, 2009

C'est parti!

Catherine Deneuve - foto David Bailey


Ciao ragazze e ragazzi!

Perché mai ancora un blog di moda?

E soprattutto, perché mai il mio blog di moda?

Beh, anche se ci ho pensato per un bel po', è difficile rispondere. Leggo numerosi blog, e ho notato che in ciascun paese, hanno caratteristiche diverse. Dato che sono francese (infatti, scusate gli errori d'italiano!), e che vivo in Italia, vorrei approfittare della mia doppia cultura per condividere con voi un certo sguardo sulla moda, e più ancora su l'allure come si dice da me. Secondo me, l'allure c'entra poco con il consumo e tanto con la creatività e quindi questo blog non vi porterà alla rovina!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates 'Neuronic' by Ourblogtemplates.com

Back to TOP  

-->