Friday, May 07, 2010

How does an auction work? Il Ponte Auction House explains us / Come funziona un'asta? Spiegazioni dal Ponte Casa d'Aste

It would be great to go to an auction, but can all of the people go? Even without participating? How does it happen? some of you asked me, after having read the post about Evelina Levi Broglio's wardrobe's auction. I asked myself the same questions, when I began to be interested in Evelina, and I asked some questions to Alessandra Barlassina, from the Ponte Casa d'Aste which organize this auction:

Sarebbe bello andare ad un'asta, ma ci possono andare tutti? Anche senza partecipare? Come si svolge? diversi di voi mi hanno chiesto, dopo avere letto il post sulla vendita all'asta del guardaroba di Evelina Levi Broglio. Mi sono fatto le stesse domande quando ho cominciato ad interessarmi ad Evelina, e ho fatto qualche domanda ad Alessandra Barlassina, di Ponte Casa d'Aste che organizza questa asta:

Which type of people goes to auctions?

Auctions are open to the public.
The real auction sessions are preceded by the exposure days during which all the lots in auction can be seen.
People who go to the auctions are diverse: privates searching a curious piece or an element for their home; collectors who don't lose the opportunity to enrich their infinite collection; antiquarians and merchants who search pieces to re-sell; architects, interior decorators and buyer who buy for customers…
A lot of the people hope to buy at a good price, to make a bargain, except the true lover who wants the item of his interest and is ready to defend it, also to high prices. The appraisal on catalogues is the esteem of the price around which it could be bought well, according to the experts.

Che tipo di gente frequenta le aste?

Le aste sono aperte al pubblico.
Le sessioni d’asta vere e proprie sono precedute da dei giorni di esposizione durante i quali tutti i lotti in asta possono essere visionati dal vivo.
Le persone che frequentano le aste sono le più disparate: privati che cercano il pezzo curioso o l’elemento per impreziosire la loro abitazione; collezionisti che non si perdono un’occasione per la loro infinita collezione; antiquari e mercanti che cercano pezzi da rivendere; architetti, arredatori e buyer che comprano per clienti immaginando come un mobile, un dipinto o un oggetto potrebbe stare in un tal luogo…
Tanta è la gente che aspira a comprare ad un buon prezzo, di fare l’affare, tranne il vero amatore che individuato il pezzo di suo interesse è pronto a difenderlo anche a cifre follemente superiori alla valutazione.
La valutazione che si trova sui cataloghi è la stima che secondo gli esperti di settore è la cifra attorno a cui si potrebbe comprare bene.

Does everybody make offers, or are there also people who only come in order to assist to the sale?

Auctions are a show. There are people who only come for curiosity, but the magic of making an offer is an electrifying experience which can become economically dangerous indeed!
Bidders can participate in person, leaving a written commission or by telephon.
This last solution is often chosen by people who don't want to be seen, by foreigners, and by people who can't be present, but don't want to risk to lose an interesting lot. The mystery increases more when some bidder participates in person to the auction, but in a secluded room that only the beater can notice. Leave a written commission is often an escamotage for the buyers-addicted who can't stop themselves when there are involved in a contest! Sometimes, also on pressure of wives or husbands, they prefer to leave written commission in order to spend not too much in the enthusiasm of the auction.
When the lots are feraciously fought, between people present in person and contenders at telephone, there is a tense atmosphere, every present person watches around in order to understand who is the mysterious and brave bidder, and at the end, if the buyer is in the room, it happens that someone felicitates his bravery or applaud.

Tutti fanno delle offerte, o c'è anche gente che viene solo per assistere alla vendita?

Le aste sono uno spettacolo. C’è gente che partecipa anche solo per curiosità ma la magia di alzare la paletta e fare un’offerta è un’esperienza elettrizzante che può diventare davvero economicamente pericolosa!
Si può partecipare alle aste presenziando di persona e munendosi di paletta con cui segnalare al battitore le proprie offerte; lasciando delle commissioni scritte che il battitore stesso difende per i vari commissionari o partecipando telefonicamente, la casa d’aste prende contatto telefonico con la persona interessata che batte direttamente al telefono il proprio lotto.
Quest’ultima soluzione viene spesso scelta da chi non vuole farsi vedere in sala, dagli stranieri e da chi, non potendo presenziare, non vuole rischiare di perdere un lotto a cui è particolarmente interessato. Questo alone di mistero sul fantomatico acquirente aumenta ancor più per quelli che partecipano personalmente in asta ma presenziando in una saletta appartata che il battitore e i pochi seduti in prima fila possono scorgere.
Lasciare la commissione scritta è spesso l’escamotage per i compratori-addicted cioè quelle persone che non si riescono a fermarsi quando coinvolti in una gara! A volte, anche su pressione di mogli o mariti, preferiscono lasciare commissioni scritte che non rischiano di “lievitare” pericolosamente così da evitare spese folli conseguenza di decisioni prese sull’onda dell’entusiasmo da asta.
Quando i lotti vengono combattuti ferocemente, tra persone presenti in sala e concorrenti telefonici, nella sala d’asta si crea un’atmosfera tesa, ogni persona presente si guarda attorno per capire chi è il fantomatico e coraggioso battitore e al colpo finale di martello capita che, se l’acquirente è in sala, si alzi qualcuno a congratularsi per il coraggio e magari la determinatezza nel battere il lotto senza indugio o addirittura si strappi l’applauso.

Which percentage of the objects proposed in the auction is sold?

Knowing the answer to this question would be like gaining to the lottery! The auction is an unknown. It is impossible to make forecasts because every auction is unique, every auction depends on and is made by people who participate and on which lots they concentrate their attention.

Che percentuale degli oggetti proposti all'asta viene venduta?

Saper rispondere a questa domanda sarebbe come vincere un terno al lotto! L’asta è un’incognita. E’ impossibile fare previsioni perché ogni asta è unica, ogni asta dipende ed è fatta dalle persone che vi partecipano e su quali lotti si concentra la loro attenzione.

Do auctions have always the same technique?

Auctions have more or less always the same technique: the auctioneer is the director of the auction, the show-man who has to maintain the attention of the public. He announces the lot and the base price of auction, the minimal price from which the auction starts, and according to how many offering he receives he pull up the price.
Every rise is decided by the auctioneer and is approximately of 10%. The participant who wants to impress can decide to lengthen the step offerig a higher price than expected.

Le aste hanno sempre la stessa tecnica?

Le aste hanno più o meno sempre la stessa tecnica: il battitore è il regista dell’asta, lo show-man che deve mantenere vigile l’attenzione del pubblico. Annuncia il lotto e il prezzo di base d’asta, il prezzo minimo da cui si parte con l’asta e a cui si può acquistare l’oggetto e da lì, a seconda di quante offerte riceve inizia la regia dei rialzi.
Ogni rialzo viene deciso dal battitore ed è circa del 10%. Il partecipante navigato che vuole impressionare i contendenti può decidere di allungare il passo rilanciando di una cifra maggiore rispetto all’attesa.

Which kind of objects do you deal?

Auction houses are specialized in various type of objects.
At the Ponte Casa d’Aste we deal many types of assets of several ages: from the ancient paintings to modern ones; antique furniture and design, ancient and modern objects, jewels, clocks and for this occasion vintage clothes.
Our house of auctions has two different locations: the main one in Palazzo Crivelli in the center of Milan, and another one in Via Pitteri 8.
The second one is an industrial space, 2000 mq of exposition space for the “English auction”, that means an auction of less valuable item compared to the ones auctioned in Palazzo Crivelli. In these occasions you can look for the funny object, which always gives a great satisfactions. This can be also a simpler way to approach auctions.

Che genere di oggetti trattate?

Le case d’asta si specializzano in diverse tipologie di oggetti.
Noi come Ponte Casa d’Aste ci occupiamo di molte tipologie di beni di varie epoche: dai dipinti antichi a quelli moderni; dai mobili d’antiquariato a quelli di design, tipologie di oggettistica e arredi antichi e moderni molto differenti tra loro, gioielli, orologi e per quest’occasione vintage.
La nostra casa d’aste ha due sedi differenti: la principale nella sede storica di Palazzo Crivelli nel centro di Milano ed una distaccata in Via Pitteri 8.
Quest’ultima sede è un ex spazio industriale, 2000 mq di spazio espositivo in cui vengono proposti i lotti in aste “all’inglese” nel senso che vengono proposti beni di minor valore rispetto alla sede principale e vengono fatte aste costituite da molti più lotti ma in queste occasioni ci si può divertire nella ricerca dell’oggetto divertente, una ricerca che porta sempre grandi soddisfazioni. Questo può essere anche un modo più semplice per approcciarsi alle aste, per avvicinarsi in punta di piedi a questo mondo totalmente affascinante e divertente.

Do you have any advice to give to who do not know auctions at all?

Auctions are not so popular, but they are an absolutely fascinating world that is worth discovering. Purchasing in an auction can be a good deal, hoping no one notices the small uncovered treasure.
A peculiarity of buying in auction is that everyone can make the price for the object in which he is interested.

Hai qualche consiglio da dare a chi non conosce per niente le aste?

Le aste sono un mondo poco noto ma assolutamente affascinante e che vale la pena scoprire.
Gli acquisti in asta possono risultare degli affari, nella speranza che nessun altro si accorga del piccolo tesoro scoperto, la difesa a spada tratta di quella voglia sfrenata di possedere un oggetto.
Una peculiarità dell’acquistare in asta è che ciascuno può fare il prezzo per l’oggetto a cui è interessato fissando un massimo fino a cui si è disposti a comprare il lotto.
Da calcolare infine i diritti d’asta che si sommano al battuto cioè al prezzo finale che il battitore durante la sessione d’asta aggiudica “fisicamente” con un colpo di martello.

Thank you to Alessandra Barlassina for having answered to my questions (I'll finally dare to go to an auction!) and to having invited me yesterday to see the fabulous Evelina's wardrobe, telling thousand of stories about Evelina (I'll tell you all next week)!

Un immenso grazie ad Alessandra Barlassina per avere risposto alle mie domande (finalmente oserò andare ad un'asta!) e per avermi invitata ieri a vedere il favoloso guardaroba di Evelina, raccontandomi mille storie su di lei (vi racconterò tutto la prossima settimana)!




26 commenti:

Giada Creazioni May 7, 2010 at 11:02 AM  

Ciao, piacere di conoscerti! Post molto interessante..

Myriam May 7, 2010 at 11:23 AM  

che post interessante!! non sono mai stata a un'asta, in realtà l'ho sempre immaginata una cosa triste, con tutti quegli oggetti che abbandonano il vecchio proprietario per trovarne di nuovi (se penso alla fiera della vanità ad esempio, mi mette tanta tristezza). tu invece me la fai vedere in modo del tutto nuovo, glamour anche!

Loving Chiaradeanna May 7, 2010 at 12:42 PM  

Che guardaroba! Deve essere molto interessante partecipare ad un' asta...io però rientro sicuramente tra coloro che parteciperebbero solo per curiosità dato che ho idea che i prezzi di partenza siano già astronomici! Un bacio cara Cécile

AlicePleasance May 7, 2010 at 12:50 PM  

Ottimo post. Piacerebbe anche a me esserci!!

Lolotte May 7, 2010 at 12:57 PM  

Waouh, ça m'a fait travailler mon angais ce post !!!
En tous, cas, la pré-visite vaut le détour à elle seule.

Eudoxie May 7, 2010 at 1:53 PM  

il y a des fringues hallucinantes! J'espère que tu vas enchérir. ça me rappelle Drouot tout ça, je vais essayer d'y aller bientôt. Après c'est à la fois excitant et stressant, du coup je n'ai encore jamais réussi à enchérir...

clorofilla May 7, 2010 at 2:31 PM  

Cavoli,potremmo organizzare un raduno e andare tutte ad assistere a un'asta!
ahah =)

Cocò (daddysneatness) May 7, 2010 at 3:14 PM  

Che cosa fantastica! Sarebbe davvero carino assistere ad un'asta del genere... E che pezzi fantastici! Io adoro le valigie vintage di LV e che Kelly da sogno! Gli abiti come anche i mobili antichi e le cose che appartengono ad un'altra epoca hanno davvero tutto un altro sapore...

virgo May 7, 2010 at 3:18 PM  

Très jolies robes et accessoires !

Bises,
Virgo

FASHION-VERONIQUE May 7, 2010 at 3:43 PM  

wow!bellissimo blog!
ti seguo!ne ho appena aperto uno anch'io,(di moda ovviamente.-)vieni a dare un'occhiata e se ti va seguimi!

http://lifegivemefashion.blogspot.com

Rory May 7, 2010 at 3:51 PM  

Oddio che meraviglia!
cioè io so già che un giorno, se guadagnerò dignitosamente, spenderò tutto in dischi, scarpe, borse, etc!
un bacio!

iole May 7, 2010 at 5:35 PM  

magari ad andarci....che rosico!!!!
come al solito perfetta e puntuale. bacio iole

Tibisay May 7, 2010 at 9:08 PM  

E' bellissimo partecipare ad un'asta anche solo da spettartice. Io seguo quelle d'arte e ogni volta è un'emozione... la parte migliore? Curiosare i giorni prima e scommettere con il marito quanto alto arriverà un pezzo che ci piace particolarmente...

les métamorphoses d'Alice May 8, 2010 at 9:51 AM  

magnifique sublime

isabelle May 8, 2010 at 12:03 PM  

La collection de sacs!! J'hallucine!!!
Pour ma part, j'ai découvert les enchères il y a deux ans et la première fois que j'ai renchérit, mon coeur a battu fort comme une gosse qui prend la parole dans une assemblée. Et puis on s'habitue vite. Dans le cas de cette vente, je n'oserais jamais, de peur de tomber vite dans un gouffre financier. Car ici même si le kelly démarre à 500 €, vu la personnalité de la propriétaire en plus, il va finir plus cher qu'en magasin !
Uns fis de plus, merci d'avoir eu l(idée de ces posts et de nous faire découvrir cette vente ! (Dieu que j'aurais aimé pouvoir filer à Milan juste pour voir l'expo!)

Cakecup May 8, 2010 at 12:19 PM  

Sono proprio curiosa di sapere qlc altra storia interessante su Evelina :)!!!

Nathalie Maggiori May 8, 2010 at 2:01 PM  

Qualcosa riguardo alle aste ne sapevo perchè vi ho partecipato qualche volta.
Una volta, pensa, ero andata ad un asta di mobili d'antiquariato...avevo visto un lampadario di cristalli sul tetto e l'ho indicato con la mano (avevo 8 anni) e il venditore l'aveva presa come un'offerta. I miei erano andati fuori di testa ^_^

Veronica Caputo May 8, 2010 at 2:43 PM  

bellissimo questo post.
Mi sono sempre chiesta come funzionasse ecc..grazie epr averci "illuminati" :)

ba May 8, 2010 at 3:05 PM  

cavoli è difficilissimo! io mi perderei! Però una di quelle kelly mi andrebbe proprio!!! ;) la frangia non l'ho ancora tagliata...sono lenta come non so che!!!

Lela - seaseight May 8, 2010 at 3:35 PM  

Grazie di tutte le informazioni!
Magari poter partecipare a quest'asta, ci sono pezzi favolosi!!!!! Compra anche per me :P

rossovelvet May 8, 2010 at 11:19 PM  

Interessantissima quest'intervista, non sai che voglia di andare a quell'asta !!!

arwen May 9, 2010 at 11:13 AM  

que de belles choses....Je rêv erais de pouvoir me les offrir même aux enchères!(mais à mon avis même de cette manière cela doir rester cher...)

VerdeMenta May 10, 2010 at 3:07 PM  

Che post interessante! A quest'asta mi piacerebbe senz'altro partecipare, ci sono dei pezzi favolosi e una collezione di Hermès da capogiro... io sarei una di quelli che si rovinano, quando entro in modalità "compro" divento pericolosissima :)

maria May 11, 2010 at 3:05 PM  

wow! che meraviglia!!!

Silvia May 12, 2010 at 6:58 PM  

ti sei divertita all'asta?

cristina May 16, 2010 at 4:21 PM  

l'intervista mi ha incuriosita molto!non sapevo nulla sulle aste!davvero molto, molto interessante!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates 'Neuronic' by Ourblogtemplates.com

Back to TOP