Saturday, July 31, 2010

A la mer


Brittany, here I am!
No make-up, no high heels, no paying beach as in Italy: freedom!
Since you'll miss me a lot in these days, go visit La Bande à Jules, a very original blog with ironic and poetic illustrations!
I'll be back soon with lots of photos! Happy holidays!


Bretagna, eccomi!
Niente trucco, niente tacchi, niente spiaggia a pagamento come in Italia: libertà!
Siccome vi mancherò molto, andate a trovare La Bande à Jules, un blog dalle illustrazioni ironiche e poetiche proprio originale!
Torno presto con tante foto! Buone vacanze!

Posted by L'armadio del delitto




Tuesday, July 27, 2010

Ciò che i torinesi non sanno

I wanted a mid-calf-length skirt, but since I’m tall, here I am with a knee-length skirt.

Let’s pretend to wear a calf-length skirt, because it’s fashionable, even if nobody knows it in Turin (well, as you can see in the photos, in Turin there’s not many people).

And how can you state that a fashion that nobody follows exists? Reading Garance Doré, obviously.

I confess: I copied Meggstatus’s look too, the blogger who talks about vintage that inspires me the most in these days (and who listens to Bob Dylan too: she’s a nice girl).

Have a nice day and don’t get too much tired!

*****

Volevo una gonna a metà polpaccio, ma siccome sono piuttosto alta, eccomi con una gonna sotto il ginocchio.

Facciamo finta di indossare una gonna a metà polpaccio, perché va di moda, anche se nessuno non è al corrente a Torino (d'altronde come potete vederlo dalla foto, a Torino non c'è molta gente).

E come si fa a dichiarare che una moda che nessuno segue esiste? Leggendo Garance Doré ovviamente.

Confesso: ho copiato anche il look di Meggstatus, la blogger che parla di vintage che più mi ispira in questo momento (ed ascolta anche Bob Dylan: è una ragazza per bene).

Buna giornata, non stancatevi troppo!

Skirt – gonna vintage
t-shirt Niù
Hat – cappello Lafayette
Bag – borsa vintage
Shoes – scarpe Baci baci

Posted by L'armadio del delitto




Friday, July 23, 2010

Bulk and The Last Party

Have you already thought about the end of the world?

I haven’t, until I lived for a year with a housemate who believed in the 2012 apocalypse, and who lived her fate with gloom. She had quitted her job in order to get ready for the great jump and she gave her money to her guru. It must be hard to get ready for the end of the world (but if in 2012 nothing happens she’ll be disappointed, poor her).

Let’s go back to fashion topics, with The Last Party, Bulk’s 2011 summer collection, inspired by the end of the world (well, yes, after summer 2011, the feared 2012 will come). Bulk is more a “street” brand than what I accustomed you, but Roberta Ferlin (Robyola)’s pictures quality impressed me. It reminds me of this happy but a bit bitter atmosphere of last summer holidays days, when you know you’ll have to go back to school, but you prefer to seize the present moment.

Now I have a question: since the end of the world is coming, will Bulk prepare a 2012 collection?

*****

Vi è già capitato di pensare alla fine del mondo?

Io no, finché vissi per un anno con una coinquilina che credeva nell’apocalisse del 2012, e che viveva il suo destino con cupezza. Aveva lasciato il lavoro per prepararsi meglio al grande salto e aveva dato le sue economie al suo guru. Deve essere peso di prepararsi alla fine del mondo (però se nel 2012 non succede nulla rimarrà un po’ delusa poverina).

Torniamo a degli argomenti modaioli, con The Last Party, la collezione estate 2011 di Bulk, ispirata alla fine del mondo (beh sì… dopo l’estate 2011 arriverà il temuto 2012). Bulk è una marca più street dello stile al quale vi ho abituati, ma la qualità delle foto di Roberta Ferlin (Robyola) mi hanno colpita. Mi ricorda questa atmosfera allegra ma un po’ amara degli ultimi giorni delle vacanze estive, quando uno sa che dovrà tornare a scuola, ma preferisce non pensarci per approfittare del momento presente.

Ora però ho una domanda: dato che arriva la fine del mondo, Bulk farà o non farà una collezione 2012?


www.bulktm.com
(made in Italy)




Thursday, July 22, 2010

La nuova borsa "Isabella Rossellini" di Bulgari mi piace!

Satisfying someone who’s as difficult as me for what concerns bags is not easy.
I like bags with essential lines, bags that are so chic that can allow themselves to be simple. And I like bags that my neighbour (the one who dresses like Mariah Carey) do not recognize because, well, I’m too snob to share my tastes with her.

My last love at first sight is Bulgari’s Isabella Rossellini bag, retro as her mother’s, Ingrid Bergman, but up-to-date, exactly what I like!

*****

Accontentare una difficile come me per quanto riguarda le borse non è una cosa semplice.
Mi piacciono le borse dalle linee essenziali, quelle che sono così tanto chic che si possono permettere di essere semplici. E mi piacciono le borse che la mia vicina di casa (quella che si veste come Mariah Carey) non riconosce, perché insomma, sono troppo snob per avere gli stessi gusti di lei!

Il mio ultimo colpo di fulmine va alla borsa Isabella Rossellini di Bulgari, retro come quella di sua madre, Ingrid Bergman, però attuale, cioè esattamente ciò che mi piace!
The striped version is fantastic (you don’t know it, but I’m in my striped period).
The monochromatic versions too are beautiful (and I like the central fastening).

It has been released this month, it costs from 1240 euros to 1900 euros, and I did not plan to buy a new bag, but if I would decide, which version would you advise me to buy?

*****

La versione zebrata è fantastica (non lo sapete, ma sono nel mio periodo zebra).
Le versioni unite sono molto belle pure (e mi piace la chiusura centrale con girello).

È uscita questo mese e costa da 1240 euro (versione in canvas) fino a 1900 euro (il modello “black & white), e non ho programmato di comprare una nuova borsa, ma immaginiamo che mi decidessi, che versione mi consigliereste?




Wednesday, July 21, 2010

Baci Baci (amore cuore)

Dress Permanent Vacation, belt vintage, shoes Baci Baci

What a shame!
  • I always dress the same (you have the proof here and here).
  • I buy the shoes which are in the ten items Mr. Del Delitto does not want me to wear.
  • ... and as I told Saturday, I'm ashamed of these shoes' brand. They are called Baci Baci (that means Kisses Kisses)! I bought them at Florence's rail station because the ones I was wearing were wet from rain. Kisses Kisses, how can you give shoes such a name? Anyway I like them a lot (Mr. Del Delitto does not like them as much).
Have a nice day!

*****

Che vergogna!
  • Mi vesto sempre uguale (la prova qui e qui)
  • Compro le scarpe che fanno parte dei dieci capi che il signore del delitto non mi vuole vedere indossare.
  • ... e come dicevo sabato, mi vergogno della marca di queste scarpe. Si chiamano Baci Baci! Comprate in stazione di Firenze perché quelle che indossavo avevano preso la pioggia. Baci Baci, ma come si fa a chiamare delle scarpe così? Mi piacciono molto però (al signore del delitto di meno).
Buona giornata!

Posted by L'armadio del delitto




Tuesday, July 20, 2010

14 summer dresses for my sister

1 - 2

My sister, who shares her first name, her silhouette and her style (nothing less), with Charlotte Gainsbourg (actually my sister is Charlotte Gainsbourg), she also shares with Charlotte Gainsbourg the habit of buying dresses without wearing them. To me, it's a blessing, since I steal them (here you have the proof).

This summer, my sister decided to buy a new dress, but this time she wants to really use it! Since she's more used to buy jeans than dresses, she asked me to send her an email with a list of online shops where she could find "a dress easy to wear, even on the beach, so that it isn't so delicate, but elegant at the same time, in her style, and if possible in black, white, blue or coral" Is it enough?

Well, I did not prepare an email for her, but a whole post, with examples of "dresses, easy to wear, etc..." Sister, I tried to find clothes in your taste (that means more normal than mine) and I hope you'll appreciate, find and buy your dress (and the same is true for my readers and for everyone else).

*****

Mia sorella, che ha in comune con Charlotte Gainsbourg il nome, la silhouette e lo stile (niente meno!) (in realtà, mia sorella è Charlotte Gainsbourg), ha anche in comune con l'idole dei francesi l'abitudine di comprare degli abitini per non portargli mai. Per me è ottimo, perché glieli rubo (la prova qui per esempio).

Quest'estate, mia sorella ha deciso di comprarne uno nuovo, ma per usarlo sul serio questa volta! Siccome è più abituata a comprare jeans di vestitini, mi ha chiesto di mandarle via mail una lista di negozi online dove potrebbe trovare "un abito facile da portare da mettere anche per andare in spiaggia e che quindi non sia troppo delicato, però elegante lo stesso e nel suo stile se possibile nero bianco blu o corallo". Basta così?

Non è una mail ma un post che le ho preparato, con degli esempi di "abiti facili da portare ecc ecc". Sorella, ho provato a trovare vestiti a tuo gusto (= più normale del mio) e spero che apprezerai, troverai e comprerai (lo stesso per le lettrici e tutti quanti).

1 - 2

Let's start with some vintage with Bleubird Vintage above and Ramona West here, probably more in my style than my sister's (this is not a good start).

Cominciamo con del vintage con sopra Bleubird Vintage e qui Ramona West, forse più nel mio stile che in quello di mia sorella (comincia male).



1 - 2 - 3 - 4

Modcloth, retro but not vintage, that's the best I found for the beach.

ModCloth, retro ma non vintage, ciò che ho trovato di meglio per la spiaggia.

1 - 2 - 3 - 4

On Asos, fancier and less beach, very in my sister's style.

Su Asos, più chic, meno spiaggia, e molto nello stile di mia sorella.

1 - 2

Urban outfitters, for the ones willing to dress in black in summer.

I bet my sister's favourite dress is Asos's second one (I'll tell you if I was right).

Have a nice week, holidays are coming, think about your beach dress and work a bit anyhow!

*****

Urban Outfitters, per chi vuole portare del nero in estate.

Scometto che il vestio preferito di mia sorella è il secondo di Asos (vi dirò se ho indovinato).

Buona settimana, le vacanze si avvicinano, pensate al vostro vestito di spiaggia e lavorate un po' comunque!

Posted by L'armadio del delitto




Saturday, July 17, 2010

La mia borsa di Poppy e L'Era dei fashion blogger su "Stile" - Rai 2

As Poppy always said, in order to live you just need a sewing machine and a fast Internet connection.

She’s right. I plan to become Sardinian as she is, to live at the sea and to forget Turin’s tropical weather (you say it’s clear L’armadio needs holidays?).

Super light dress you don’t need to iron, Mariangela (it’s the name of my bag, made with love by Poppy), transparent plastic belt (awful idea, with this weather), and here I am, my feet in the water waiting for holidays!

*****

Poppy mi ha sempre detto che per vivere, basta una macchina da cucire e una connessione veloce ad Internet.

Ha ragione. Conto diventare Sarda come lei, vivere al mare e dimenticare il caldo tropicale di Torino (dite che si vede che L’armadio ha bisogno di vacanze?)

Abitino super leggero che non bisogna stirare, Mariangela (è il nome della mia borsa fatta con amore da Poppy), cintura in plastica trasparente (cattivissima idea con questo caldo), ed eccomi i piedi nell’acqua aspettando le vacanze!

And here you are Rai 2 broadcast, on the tv yesterday, talking about fashion bloggers, in which Alesandro and Leonardo, Veronica, and me, have been interviewed! The problem is, living with just a sewing machine and a fast Internet connection... I do not have a tv! So I had to make someone invite me to watch the tv! Pfff, some things can only happen to me!

Ed ecco la puntata di Stile (Rai 2) di ieri sui fashion blogger, in cui sono stati intervistati Alessandro e Leonardo, Veronica ed io! Il problema è che vivendo solo con una macchina da cucire ed una connessione Internet… non ho la tv! Ho dovuto farmi invitare per guardarmi alla tv! Pfff tali cose capitano solo a me!

Dress - Abito vintage
Bag - Borsa Mariangela di Poppy
Shoes-I-am-ashamed-to-tell-where-they-come-from
Scarpe-mi-vergogno-dire-da-dove-vengono




Elena Biggioggero for "Stile" by Mariella Milani.

Elena Biggioggero per "Stile", a cura di Mariella Milani.

Posted by L'armadio del delitto




Thursday, July 15, 2010

Charlotte Gainsbourg and fashion

Like a whole generation of French, I have grown up with the myth of Charlotte Gainsbourg, the famous son of, as discrete as well-known, a talented actress and a symbol of good taste.

Jeans, shirt, white t-shirt, trench or black jacket, it looks like there’s nothing easier than dressing like Charlotte, but everybody knows that:

1- it’s impossible to find a simple dress in a shop: are you looking for a white cotton shirt? You’ll end up finding a romantic blouse, a small-flowers-decorated shirt, with a little sentence written on it, a vulgar cut, made of a synthetic fibre, but the classic white cotton shirt is something that does not exist!

2- it’s also impossible to meet a girl simply dressed with jeans and white t-shirt (you know, the white t-shirt does not exist).

So, being simple is complicated, but Charlotte knows the secret of where do they sell white cotton shirts!

*****

Come tutta una generazione di francesi, sono cresciuta con il mito di Charlotte, la famosa figlia di, tanto discreta quanto famosa, attrice di talento e simbolo del buon gusto alla francese.

Jeans, camicia, maglietta bianca, trench o giacca nera, sembra che non ci sia niente di più semplice vestirsi come Charlotte, ma è ben noto che:

1- è impossibile trovare un vestito semplice in negozio: cerchi una maglietta bianca in cotone? Troverai una bluse romantica, una maglietta con dei piccoli fiori, con una scritta, con un taglio volgare, in una materia sintetica, ma la classica maglietta bianca in cotone è un capo che non esiste!

2- è altrettanto impossibile incrociare una ragazza semplicemente vestita in jeans e maglietta bianca (fra altro perché la cosiddetta maglietta bianca non esiste).

Insomma, essere semplice è una cosa complicata, ma Charlotte conosce il segreto di dove vengono vendute le magliette bianche in cotone!

Charlotte has a passion for used clothes too: “I only dressed with used clothes for years. I couldn’t stand any new dress, everything was too rigid, with no glaze. I liked the idea other people inhabited my outfit” (L’Express).

Yesterday Charlotte Gainsbourg held her first concert in Italy. Guess where was she? In Turin (and for free)! Guess who was there? Miss Cici and me! And guess whose fan Charlotte is? Bob Dylan! Ah! Charlotte is really a good girl!

*****

Charlotte ha anche una passione per i vestiti usati: “mi sono vestita solo di vestiti comprati usati per anni. Non sopportavo nessun vestito nuovo, tutto era troppo rigido, senza patina. Mi piaceva l’idea che altri avevano abitato le mie mise” (L’Express).

Ieri Charlotte Gainsbourg ha dato il suo primissimo concerto in Italia. Indovinate dov’era? A Torino (e gratis)! E chi c’era? Miss Cici ed io! E di chi Charlotte è fan? Di Bob Dylan! Ah! Charlotte è proprio una ragazza per bene!



Posted by L'armadio del delitto




Wednesday, July 14, 2010

Nathalie, Punkie and me

Everything begun om March, 17th 2006: H&M finally opened a shop in Bologna! A lot of hysterical (or not) girls threw themselves into the shop, happy to be there the opening day. Among them, three girls who did not know each other yet, met whithout knowing it: Nathalie, Punkie and me.

What a fate’s sign (anyway, dear readers, I know you well and I’m sure fate brought many of you too to H&M on the opening day)!

Four years later, Nathalie, Punkie and me met in Bologna, matched in white and blue without having planned it (that’s fate), and we obviously went on a pilgrimage to H&M (who bought something? me!) (and oversize shirt in a strange matter only H&M can produce).

*****

Tutto cominciò il 17 marzo 2006: H&M aprì finalmente a Bologna! Isteriche (o meno), un sacco di ragazze penetrarono nel negozio, felici di essere presenti il giorno dell’apertura. Fra loro, tre ragazze che non si conoscevano ancora si incrociarono senza saperlo: Nathalie, Punkie ed io.

Che segno del destino (però care lettrici, vi conosco bene e sono sicura che il destino ha portato molte di voi ad H&M il giorno dell’apertura)!

Quattro anni dopo, Nathalie, Punkie ed io ci siamo ritrovate a Bologna, abbinate in bianco e blu senza farlo apposta (il destino), ed abbiamo ovviamente fatto un pellegrinaggio da H&M (chi ha comprato qualcosa? Io!) (Una maglia oversize di una materia strana che solo H&M può fare).

Photos 3 and 4 from My Floor is Red

Since we already knew each other (yes! From this well known March, 17th 2006!) we talked about everything, from fashion to politics, as old fellows. Moreover, brother del Delitto, who was here with us, believed they were old friends of mine from College (I studied in Bologna). One thing’s for sure: more chic and nice than Punkie and Nathalie, it’s not possible!

Here we are at Montagnola park, after having walked in Bologna at the day’s hottest hour and having feeded pigeons (I won’t tell who did this).

*****

Siccome ci conoscevamo già (ma sì! Questo famoso 17 marzo 2006!), abbiamo parlato di tutto, dalla moda alla politica, come delle vecchie conoscenze che si ritrovano. D’altronde il fratellino del delitto, che era qui con noi, ha creduto che erano delle mie amiche dell’università (ho studiato a Bologna, ndr). Una cosa è sicura: più chic e simpatica di Punkie e Nathalie, non si può!

Ed eccoci al parco della Montagnola dopo aver camminato per Bologna all’ora più calda della giornata ed aver dato da mangiare ai piccioni (non dirò chi ha fatto questo…)

Posted by L'armadio del delitto




Friday, July 09, 2010

BaiLing and L'armadio only wear Anet Vintage Club

Anet Vintage Club smells of joy of living and of the happiness lying in losing time in Strasbourg Saint Denis, particularly at the coffee Mauri7 (pronounce Mauricette) with BaiLing who is an Anet Vintage Club girl too.

Anet Vintage Club sa di felicità e di perdere tempo a Strasbourg Saint Denis, soprattutto al bar Mauri7 (pronounciate "Morissett") con BaiLing che anche lei è una ragazza Anet Vintage Club.

You already know that I only wear Anet Vintage Club from my childhood, in Saint Martin d'Hères, and here is the proof in this picture in this parisian coffee where the barman couldn't resist to wear the clothes found with love by the now-famous Anaïs e Elodie.

Come sapete, porto solo del Anet Vintage Club fin dalla mia più tenera infanzia, a Saint Martin d'Hères, ed ecco la prova fotografica in questo bar parigino nel quale anche il cameriere non ha saputo resitere a portare i vestiti scovati con amore dalle ormai famose Anaïs e Elodie.

At Mauri7 there is a pinball like in good old days and flower dress girls...

Da Mauri7 c'è un flipper come ai buoni vecchi tempi e delle ragazze in abitini a fiori...

... and girls in pink near a Michael Jackson poster too.

... e anche delle ragazze in rosa fluo accanto al poster di Michael Jackson.

When I wear Anet Vintage Club, I remember the picnics in the summer days in 1972 when I wasn't born yet.

Quando indosso del Anet Vintage Club, ricordo i picnic dei giorni estivi del 1972 quando non ero ancora nata.

BaiLing in Cannes?

BaiLing a Cannes?

Melissa (her blog is amazing!) went from London to buy all the Anet Vintage Club stock. Quick, order your clothes before everything vanishes! Anet vintage club delivers everywhere in the world!

15% discount on all the collection with the password ARMADIO

Melissa (il suo blog è fantastico!) è venuta da Londra per comprare tutto lo stock Anet Vintage Club. Affrattatevi di ordinare il vostro vestito prima che sparisca tutto! Anet Vintage Club consegna in tutto il mondo!

-15% su tutta la collezione con la password ARMADIO!




Thursday, July 08, 2010

Z Zegna

Of course men’s fashion interests me! To realize it, just... read the archives from last year? Ok ok, in these times I don't talk so much about it, but a few days ago, with some bloggers, I went at the presentation to the Z Zegna summer 2011 collection by Alessandro Sartori, creative director of the centenary brand.

Ma certo che mi interesso alla moda maschile! Per rendersene conto, basta... leggere gli archivi dell'anno scorso? Ok ok, non ne parlo spesso ultimamente, ma poco fa sono stata insieme ad altri blogger alla presentazione della collezione estate 2011 della Z Zegna fatta da Alessandro Sartori, creative director della marca centenaria.

Alessandro Sartori is an affable man, calm but chatting, who talks about the collection with passion, and answers to the questions in an intellectual way. I learnt in these months that the ones who work in the fashion business prefer to evoke the image the brand wants to have than what it really does: which cuts, which fabrics, why? On the contrary Alessandro Sartori was precise and – incredible! – he really answered to the questions. An extraterrestrial?

Alessandro Sartori è un uomo affabile, discreto ma chiacchierone, che parla della collezione con passione, rispondendo alle domande in modo intellettuale. Ho imparato in questi mesi che chi lavora nella moda preferisce evocare più l'immagine che la marca si vuole dare che ciò che fa realmente: quali tagli, quali tessuti, perché? Alessandro Sartori al contrario è stato preciso e – incredibile! - ha risposto veramente alle domande. Un extraterrestre?

So why the choice of this orange for a lot of clothes next summer? Alessandro was looking for a new mannish colour. This orange matches with grey, white and black.

E quindi, perché la scelta di questo colore arancione mattone per numerosi capi della collezione della prossima estate? Alessandro cercava un nuovo colore, poco usato finora, ma maschile. Questo arancione si è imposto a lui e viene associato al grigio, bianco e nero.

Another innovation, the shirt in paper fibres with cotton-like qualities. A new fabric, super light, and soft.

Altra innovazione, la maglia in fibre di carta dalle proprietà simili al cotone. Una nuova materia superlegera e dolcissima (ho verificato da me).

Wath about shoes? They have high soles, to be more mannish. I like to look at men wearing strong items, but well cut.

Le scarpe? Hanno le suole alte, perché è più virile. Ne sono contenta: mi piace vedere gli uomini portare pezzi forti e tagliati bene!

Which bloggers did I meet?
Do you recognize Bibi, Erica and Demetra?

Che blogger ho incontrato?
Riconoscete Bibi, Erica e Demetra?

Leonardo e Alessandro in black, with a lot of questions to do.

Leonardo e Alessandro, abbinati e con mille domande da fare.

Erica, with whom I had an aperitif before the presentation

Erica, con chi ho preso un aperitivo prima della presentazione.

Marianna, whose falsly-simple look I have much appreciated.

Marianna, della quale il look falsamente semplice mi è piaciuto moltissimo.

And a photo-souvenir on the terrace! Thanks to Bibi who organized this meeting and to Alessandro Sartori for his kindness and his disposability!

Hop, una foto-ricordo sul terrazzo! Grazie a Bibi che ha organizzato l'incontro e a Alessandro Sartori per la sua gentilezza e la sua disponibilità!

Posted by L'armadio del delitto




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates 'Neuronic' by Ourblogtemplates.com

Back to TOP  

-->