Monday, November 28, 2011

Storie di cashmere

Since you won't guess where this showroom is, I give you the answer now: in Palazzolo Vercellese, where there is mainly rice and cashmere. Welcome to Alessandrosimoni, founded more than 30 years ago by a petrol pump attendant who decided to work in the fashion industry ... and had a great success! His grandson, Simone, took over the company, that sells high-profile cashmere with its own brand, and produces for other luxuary brands.

Irene of A Fashion Sinner, Cecilia and Laura of Purse and I, and I visited the premises to see more closely all the stages of the creation of an item made in Italy. But before telling more, I show you some of their clothes to let you see how desirable they are.

******

Siccome non indovinerete dov'è questo showroom, vi do subito la risposta: a Palazzolo Vercellese, dove si trovano soprattutto delle risaie e del cashmere. Benvenuti da Alessandrosimoni, fondato più di 30 anni fa da un benzinaio che un bel giorno ha deciso di lanciarsi nella moda... ed ha avuto un gran successo! Suo nipote Simone ha ripreso l'impresa che propone capi di cashmere e fibre preziose di alto profilo con la propria marca, e lavora anche per delle altre maison.

Irene di A Fashion Sinner, Cecilia e Laura di Purse and I, ed io abbiamo visitato i locali aziendali per vedere da più vicino tutte le tappe della creazione di un capo made in Italy. Ma prima di dirvene di più, ecco qualche loro vestito per mostrarvi quanto siano desiderabili.

I already noticed this cape before the visit, and I absolutely wanted to try it! The problem when you try such a cashmere, is that it's hard to go back to the normal things.

Avevo già notato questa mantella prima della visita, e la volevo assolutamente provare! Il problema quando si prova un tale cashmere, è che è dura tornare a delle cose normali.

© A Fashion Sinner

Irene with a nice gray dress. I also like the blouse she tried on.

Irene, con un bel vestito grigio. Mi piace anche molto la blouse che ha provato.

Laura put a silver collar on the poncho, an original and great association.

Non si vede tanto sulla foto, ma Laura ha indossato questo poncho con sopra un collettino argentato: un'associazione originale che stava proprio bene.

Elisabeth, stylist for Alessandrosimoni, and Simone explained us how the company works and introduced us to the tailors, pattern maker and technicians. We saw what's really behind a cloth, artisans, structure, labor and not just fashion and advertising.

Elisabeth, stilista da Alessandrosimoni, ci ha spiegato insieme a Simone il funzionamento dell'impresa e ci ha presentato le sarte, la modellista ed i tecnici. Come dice il blog di Alessandrosimoni, abbiamo visto ciò che c'è veramente dietro un vestito: artigianalità, struttura, manodopera e non solo moda e pubblicità.

© A Fashion Sinner

Here new models are created, but also custom-made clothing: they take your measures and hop! Your dummy appears on the screen. Then simply choose the cut, fabric, color and details, and look at the clothes worn by your dummy-double.

Qui vengono concepiti i nuovi modelli, ma si creano anche vestiti su misura: prendono le vostre misure e hop! Un manichino uguale a voi appare sullo schermo. Basta poi scegliere il taglio, il tessuto, il colore ed i dettagli e vedere i vestiti indossati dal vostro manichino-doppio.

© A Fashion Sinner

The tailors know the different steps of the making of, so they don't always do the same work. Alessandrosimoni has about 20 employees, some of which are working here from 30 or 40 years. Cashmere comes from Mongolia, but it is entirely worked here for a 100% made in Italy result.

Last but not least, from a few years the company tries to be as green as possible: solar panels to provide electricity, steam irons recovering heat for the water of washing-machines (I didn't know it was possible), waste fabrics resold to other companies that recycle them. The clothes dyeing is organic, made from plants: for example, I tried a gray blouse colored with field flowers (oh how romantic it is!) Not bad, isn't it?

Le sarte conoscono tutte il lavoro dalla A a Z o quasi, e quindi non svolgono in continuo lo stesso lavoro. Alessandrosimoni conta circa 20 impiegati, di cui certi lavorano qui da 30 o 40 anni. Il cashmere arriva dalla Mongolia, ma viene interamente lavorato qui, per un risultato 100% made in Italy.

Last but not least, da qualche anno l'impresa tenta di essere il più vicina possibile all'impatto 0: pannelli solari per fornire l'elettricità, vapore dei ferri da stiro recuperato per scaldare l'acqua delle lavatrici (non immaginavo nemmeno che fosse possibile), scarti di tessuti rivenduti ad altre imprese che li riciclano. La tintura dei vestiti è biologica, fatta con delle piante: per esempio ho provato una blouse grigia tinta con dei fiori del campo (oh quanto è romantico!) Niente male, no?

Warm jacket

Valentina (marketing), Elisabeth (stylist), me (Armadio), Simone (general manager), Irene, Laura, Cecilia

Thanks for inviting us to Alessandrosimoni, and thanks to Irene and Sandro from A Fashion Sinner for taking the photos (more photos on their blog).

Grazie ad Alessandrosimoni per averci invitate, e a Irene e Sandro di A Fashion Sinner per avere fatto le foto (più foto del maglificio sul loro blog).

Posted by L'armadio del delitto




13 commenti:

labibu November 28, 2011 at 9:55 PM  

ma che bella giornata!!! adoro il chachemire, anche se i prezzi sono quello che sono!

bacione!

Este November 28, 2011 at 10:15 PM  

la mantella della seconda foto é bellissima!

Madame M November 28, 2011 at 10:51 PM  

Oooh mon dieu! Quelle chance Cécile, quel bonheur d'approcher de si près les faiseurs de rêves. Je comprend qu'il t'ai été très difficile de reposer ces pièces après les avoir essayé.

AlmaCattleya November 29, 2011 at 12:05 AM  

Un vero esempio dell'Italia da amare e da lodare.

Kylie November 29, 2011 at 7:29 AM  

Complimenti all'azienda e al made in italy!

Tibisay November 29, 2011 at 9:03 AM  

Meraviglia...

The life after November 29, 2011 at 11:06 AM  

Ma che bel posto!!

The Life After

Claudia Mosca November 29, 2011 at 1:57 PM  

Sono da ammirare queste eccellenze italiane :)))
www.lostinunderwear.blogspot.com

The Glamorous Smoothie November 29, 2011 at 3:11 PM  

la mantella e il poncho sono davvero belli!
ti invito sul mi blog c'è un GIVEAWAY che ti aspetta!

http://theglamoroussmoothie.blogspot.com/2011/11/giveaway.html

Irene° November 29, 2011 at 5:43 PM  

bellissima esperienza, e bellissimo conoscerti, un bacio!

simo November 29, 2011 at 6:02 PM  

la mantellina grigia della prima foto è meravigliosa e ti sta benissimo. Che bell'idea bravissime, bel post!

ivabellini November 30, 2011 at 3:01 PM  

non immagini nemmeno il piacere che mi fai con questo tuo articolo Cecile! :)
è un grande suggerimento per un capo che ho intenzione di realizzare da tempo ed è anche abbastanza vicino a casa mia, sto vedendo il loro sito con il form da compilare per avere un appuntamento, ho intenzione di chiedere se è possibile realizzare una gonna maschile corta per l inverno da mettere con dei fouson di lana o di microfibra, ho in mente il progetto ben preciso di come dovrà essere, oggi stesso scriverò a Simoni, spero che troveremo un accordo e che non mi costi troppo.

Alessia Modica November 30, 2011 at 7:28 PM  

il poncho indossato dalla ragazza che si chiama Laura e veramente bello... se ti va passa e diventa follower del mio blog :) http://lillysdreams.blogspot.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates 'Neuronic' by Ourblogtemplates.com

Back to TOP