Monday, June 17, 2013

Le disavventure di Sigismondo che non aveva capito niente delle donne parigine




Qualche giorno fa, a un matrimonio italo-francese, pranzo al parco e atmosfera rilassata. Il mio amico Sigismondo nota una Parigina molto carina che porta un abitino corallo e mi chiede il mio parere sul modo di andare a parlarle. Oh la la, penso, come spiegare a Sigismondo, che è molto gentile ma che ha la mentalità del mio bisnonno in termini di femminismo, che la ragazza è troppo seria e troppo moderna per lui? Ne parlo discretamente con il signore del delitto: Sigismondo sta per fare un errore, questa ragazza lo guarderà malissimo, rischia la vergogna della sua vita! Pff risponde il signore del delitto, lei non mi sembra così tanto seria, guarda com’è alla moda, ogni dettaglio è studiato.

Il y a quelques jours, à un mariage franco-italien, ambiance bon enfant et déjeuner au parc. Mon copain Sigismondo remarque une fort jolie Parisienne en petite robe corail et il me demande mon avis sur la façon de l’aborder. Ouh la la, me dis-je, comment expliquer à Sigismondo, qui est très gentil mais qui a la mentalité de mon arrière-grand-père en termes de féminisme, que la jeune fille est trop sérieuse et trop moderne pour lui ? J’en parle discrètement à M. del delitto : Sigismondo court à la catastrophe, cette fille va le regarder comme un dragueur arriéré, il va avoir la honte de sa vie ! Pff a répondu M. del delitto, elle n’a pas l’air bien sérieuse, elle est bien trop à la mode, tout ce qu’elle porte est parfait et calculé.





Cosa? Bene, non serve a niente offendersi, meglio essere pedagoga. Spieghiamo ai nostri amici che è possibile avere una conversazione intelligente pur avendo buon gusto (meno male che ci sono io per alfabetizzare le folle nei matrimoni, vero?)
Sigismondo ha rinunciato con degli occhi di gatto triste (tranne dopo qualche bicchiere, quando è stato tentato di fare una grande dichiarazione in pubblico). La nostra Parigina alla moda non sa cosa ha rischiato!
Tutto ciò per dire che l’abito a volte fa un po’ troppo il monaco. Che gli altri non interpretano per forza correttamente il nostro stile. Vuoi essere elegante? Stai attenta se incroci Sigismondo. Vuoi essere rock? Qualcuno ti troverà troppo provinciale. Desideri semplicemente avere il proprio stile? Molta gente crederà che sei smodata.
Per quanto mi riguarda, confesso di non essermi mai tanto chiesto cosa trasmette il mio stile. In generale si indovina che sono straniera, e mi va molto bene così perché mi permette una certa libertà. Ho letto sul blog di Spora che le ho ispirato un post sulla dolcezza e la fragilità (immagino mia sorella morta dal ridere leggendo questa frase), e se odio i frou frou, le torte troppo dolci e le bambine vestite di rosa, ho capito da un bel po’ che posso benissimo essere po’ maschietto pur amando i colletti e le collane a forma di tazza da tè. Non immagino cosa penserà Sigismondo di tutti ciò!
Piccolo paragrafo per chi ama le camicette handmade come questa, che indossavo ieri: è della piccola marca italiana Claire A Little Collection, che propone dei vestiti retrò dal tagli curati fatti con dei tessuti stupendi (questo tessuto è molto anni 50).

Gonna Selected
Cerchietto Carlotta Sadino
Borsetta Max & Co

Quoi ? Bon, rien ne sert de monter sur mes grands chevaux, soyons pédagogue. Expliquons à nos amis les hommes qu’il est possible d’avoir un goût irréprochable et une conversation intelligente (heureusement que je suis là pour alphabétiser les foules dans les mariages, hein).  
Sigismondo s’est résigné avec des yeux de matou triste (sauf au bout de quelques verres, lorsqu’il a été tenté de prendre le micro pour faire une grande déclaration en public). Notre Parisienne à la mode ne sait pas à quoi elle a échappé !
Tout ceci pour dire que l’habit fait parfois un peu trop le moine. Que les autres n’interprètent pas nécessairement correctement notre style. Vous voulez être élégante ? Faite attention à vous si vous croisez Sigismondo. Vous voulez être rock ? On vous prend pour une provinciale. Vous souhaitez simplement avoir votre propre style ? Un tas de gens croit que vous êtes démodée.
En ce qui me concerne, j’avoue ne jamais m’être beaucoup demandé ce que mon style transmettait. En général, on devine que je suis étrangère, et ça me va très bien comme ça car cela me permet une certaine liberté. J’ai lu sur le blog de Spora (en italien) que je lui ai inspiré un post sur la douceur et la fragilité (j’imagine ma sœur morte de rire en lisant cette phrase), et si je déteste les froufrous, les gâteaux trop sucrés et les petites filles habillées en rose, j’ai compris depuis longtemps que je pouvais fort bien aimer les cols claudine et les colliers en forme de tasse de thé tout en étant un garçon manqué. Tant pis pour ce que pourra bien penser Sigismondo !
Petite note pour celles qui aiment les cols claudine : ce chemisier fait main que je portais hier est de la marque italienne Claire A Little Collection, une petite marque qui propose des vêtements rétros aux coupes impeccables faits avec des tissus superbes (le tissu de ce chemisier est très années 50).




8 commenti:

AlmaCattleya June 17, 2013 at 6:47 PM  

sai una cosa? se qualcuno non mi conosce e sente la mia voce acuta, quasi da ragazzina (e ho festeggiato da pochissimo i 30 anni yeah!) pensa che io sia tutta timidina, una personcina così perbene poi magari mi vede recitare e viene travolto dalla mia energia. Poi c'è chi mi vede seria seria poi ha visto i miei dipinti ed è rimasto travolto dai miei colori vivi.
C'è in me questa timidezza, un po' di ritrosia e sarò anche fragile, e insieme sono anche un tornado.
Sono un paradosso continuo e mi va benissimo così.

Lens & anything Else June 17, 2013 at 9:24 PM  

è un vecchio problema essere giudicati dall'aspetto, da cosa si indossa.... proprio ieri una mia amica mi incontra e mi dice ma quanto sei carina, sempre così strana, io l'ho preso come un complimento ma chissà se voleva essere tale :)!

In più se abiti in un posto di provincia, esprimere la propria personalità e non essere giudicati o semplicemente guardati troppo attentamente alle volte è difficile, che poi a me non sembra di essere così "strana" a dir la verità.... ma tant'è...

anna June 18, 2013 at 12:44 AM  

tu sei sempre così bon ton e retrò... :)

Alessia Lattementa June 19, 2013 at 6:34 PM  

un abito non comunica chi siamo, ma qual è il nostro stile..
ti trovo adorabile come sempre!!!

Grazie a Te June 19, 2013 at 11:43 PM  

Pensa te che l'altro giorno dal parrucchiere mi hanno detto che il mio colore è fuori moda....ma chi ha detto che io voglio seguire la moda?? E poi io sono una donna strana: detesto andare dal parrucchiere..secondo me voleva fregarmi dicendo di farmi il colore in certo modo per poi diventare schiava del salone e dover tornare sempre... si,oltre a strana sono molto diffidente. Bel post cara!!Saluti a Sigismondo!

♥ vendy ♥ June 20, 2013 at 5:01 PM  

davvero un look molto romantico e bon ton...bellissima anche la collana un po' retrò
xoxo

★ Vendy ★
★★★ NEW POST ★★★
follow me on:
★ The simple life of rich people BLOG ★

Alessia Rainaldi June 20, 2013 at 5:53 PM  

Mai giudicare dalle apparenze!!! comunque sia bel look e bello stile!!!

Visitate questo sito fantastico http://www.lacrom.com/

Spora June 26, 2013 at 2:54 PM  

:)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates 'Neuronic' by Ourblogtemplates.com

Back to TOP