Thursday, October 30, 2014

Vent'anni di insalata: conoscete una vegetariana più longeva?

Esattamente vent’anni fa, sono diventata vegetariana (ci fa sembrare vecchi tutto ciò). Dall’alto dei miei quattordici anni, sono partita da un’idea semplice: se è possibile vivere in buona salute senza mangiare gli animali, perché dovrei mangiarli?

Il y a exactement vingt ans, je suis devenue végétarienne (ça ne nous rajeunit pas tout ça). Du haut de mes quatorze ans, je suis partie d’une idée toute simple : s’il est possible de vivre en bonne santé sans manger d’animaux, pourquoi faut-il donc les manger ? 


Illustrazione 1 Gemma Correll, illustrazione 2 Safely Endangered, grazie amici che mi mandano strisce sceme sui vegetariani! 

Sappiate che non conoscevo nessun vegetariano, non appartenevo a nessuna corrente di pensiero animalista, non lottavo contro l’allevamento e non volevo convertire nessuno, trovavo solo illogico mangiare carne e pesce senza averne bisogno, pur giurando di amare gli animali.
E così un bel giorno un’amica dei miei che allevava galline e conigli mi ha chiesto in modo provocatorio davanti ad un piatto di salumi perché mangiavo carne se non volevo che uccidessero i suoi animaletti. “ci rifletterò” ho risposto, mentre finivo il mio piatto. Il giorno dopo, 30 ottobre, sono diventata vegetariana. Non fate mai riflettere gli adolescenti, danno corso alle proprie idee!
Vi lascio immaginare lo sguardo della gente sulla mia scelta alimentare al fondo delle mie montagne al bel mezzo degli anni 90’. Avevano paura per la mia salute, per la mia crescita, per il fatto che dovevo sempre fare l’originale (beh è un complimento, no?), e poi sono diventata più alta delle mie amiche e mi hanno lasciata in pace.
In vent’anni, ho fatto 480.000 metri di dislivello in montagna, ovvero cinquantaquattro volte l’Everest, ho camminato, pedalato e nuotato 73.000 chilometri, ovvero 1,82 volte il giro della Terra, ho ballato per 420 ore, sono stata maestra di snowboard e ho sciato su dei ghiacciai a 4.000 metri di altitudine, insomma credo proprio di essere in ottima salute !
Siate tranquilli, non vi convincerò di diventare vegetariani e non vi darò nessun consiglio dietetico (ci sono un sacco di siti fatti molto bene per questo). Preferisco ridere un po’ e parlare dell’umorismo che il vegetariano scatena nel carnivoro (c’è da credere che abbiamo delle facce buffe). Per quanto mi riguarda adoro l’umorismo nero e le battute sceme e mi capita di ridere un bel po’ quando un amico carnivoro fa prova di immaginazione per prendere in giro la mia dieta alimentare. Non vi fate problemi per ridere dei mangiatori d’insalata, degli amici degli animali, dei dolci idealisti che siamo!
Invece, pietà, non dite mai questo :
- ma le mele soffrono quando vengono raccolte, no?
Facciamo per favore un minuto di silenzio davanti alla mancanza d’immaginazione costernante della persona che ha appena fatto questa battuta con l’aria soddisfatto di chi pensa di avere detto una cosa troppo figa.
Non ho nulla contro il dibattito sulla paura e la sensibilità delle mele e delle carote, ma mi hanno fatto questa domanda miliardi di volte e mi sono un po' stufata. Questa domanda manderà il suo autore nel patrimonio mondiale della gente meno originale e più noiosa della Terra, quelli che arrivano con un secolo di ritardo, no, davvero, non parlate mai del dolore delle mele, sarebbe drammatico per la vostra reputazione.
Eccoci, vent’anni a mangiare solo tofu (ah no, non sapevo cosa fosse il tofu negli anni 90).
Non esitate a farmi delle domande strane, delle battute di cattivo gusto o a raccontarmi la vostra esperienza nei commenti! 
.
Il faut savoir que je ne connaissais aucun végétarien, je n’appartenais à aucun courant de pensée animaliste, je ne luttais pas contre l’élevage et je ne voulais convertir personne,  je trouvais juste illogique de manger viande et poisson sans en avoir besoin, tout en jurant que j’aimais les animaux.
Et c’est ainsi qu’une amie de mes parents élevant poules et lapins m’a demandé avec provocation devant une assiette de charcuterie pourquoi je mangeais de la viande vu que je ne voulais pas qu’on tue ses bébêtes. « Je vais réfléchir ! » ai-je répondu en finissant mon assiette. Le lendemain, 30 octobre, je devenais végétarienne. Ne faites jamais trop réfléchir les adolescents, ils ont de la suite dans les idées !
Je vous laisse imaginer le regard des gens sur mon choix alimentaire au fin fond de mes montagnes au beau milieu des années 90. On avait peur pour ma santé, pour ma croissance, pour le fait qu’il fallait toujours que je fasse l’originale (ben quoi, c’est un compliment, non ?), et puis je suis devenue plus grande que toutes mes copines et on m’a laissé en paix.
En vingt ans, j’ai fait 480.000 mètres de dénivelé en montagne, soit plus de cinquante-quatre fois l’Everest, j’ai marché, pédalé et nagé 73.000 kilomètres,  soit 1,82 fois le tour de la terre, j’ai dansé pendant 420 heures, j’ai été monitrice de snowboard et j’ai skié sur des glaciers à 4.000 mètres d’altitude, bref je crois que je suis en excellente santé !
Soyez tranquille, je ne vous convaincrai pas de devenir végétariens et je ne vous donnerai aucun conseil diététique (il y a un tas de sites très bien faits pour ça). Je préfère rire un peu et parler de l’humour que le végétarien déchaine chez le carnivore (c’est à croire qu’on a des têtes marrantes). Personnellement j’adore l’humour noir et les bonnes blagues et il m’arrive de bien rigoler lorsqu’un ami carnivore fait preuve d’imagination pour se moquer de mon régime alimentaire. Ne vous gênez donc pas pour vous moquer des mangeurs de salades, des amis des animaux, des doux idéalistes que nous sommes !
En revanche, pitié, ne dites jamais cela :
- Mais les pommes, elle souffrent quand on les cueille, non ?
Faisons s’il vous plait une minute de silence devant le manque d’imagination consternante de la personne qui vient de faire cette blague avec l’air satisfait de celui qui croit avoir dit un truc trop chouette.
Je n’ai rien contre le débat sur la peur et la sensibilité des pommes et des carottes, mais on m’a posé cette question des milliards de fois et je sature un peu. Cette question enverra directement son auteur au patrimoine mondial des gens les moins originaux  et les plus ennuyeux de la Terre, ceux qui arrivent avec un siècle en retard sur tout, non vraiment, ne parlez jamais de la douleur des pommes, ce serait dramatique pour votre réputation.
Et voilà, vingt ans à manger du tofu (ah non, il y a vingt ans je ne savais pas ce que c’était le tofu).
N’hésitez pas à me poser des question bizarres, à faire des blagues de mauvais goût ou à me raconter votre expérience en commentaires ! 




8 commenti:

Brunhilde October 30, 2014 at 8:15 PM  

Ma figurati se mi permetterei mai! Io lo sono stata per cinque anni...
Ricordo un dottore simpatico, che mi spiegò che i canini ci differenziano da erbivori e ruminanti, e mi fece ridere di cuore, chiedendomi: «Ma lei crede che l'insalata sia felice, quando lei l'affetta?» ;)

Ady October 31, 2014 at 12:06 PM  

ma che brava! ci ho provato tante volte ma il prosciutto di parma ha sempre finito col tentarmi! baci ady
Ubique Chic

L'armadio del delitto October 31, 2014 at 1:21 PM  

@ Brunhilde: aah la felicità dell'insalata! Propongo di creare dei gruppi di sostegno per le insalate stressate!

@ Ady: all'inizio fa strano di eliminare una categoria dalla propria dieta, bisogna mangiare tante cose buone! Devo dire che non ho avuto molti problemi perché mia mamma è un po' anti carne e cucinava davvero d tutto.

Torino Style November 2, 2014 at 12:35 AM  

Io non potrei mai... Ma complimenti! Tutte le volte che vado in Francia mi domando come si possa essere vegetariani in suolo Francese e tu hai dimostrato che è possibile. Chapeu!

friedenlinde November 2, 2014 at 6:20 PM  

Ma che brava! io ho provato per un po', non so nemmeno per quanto tempo in effetti, durante gli anni universitari.. Ma già deboluccia e troppo magrolina di mio, non mangiare carne non mi ha fatto tanto bene. E poi arrivò il giorno in cui non seppi più dire di no al prosciutto! :D
e a quel punto, con moderazione (e non mangiando molti tipi di carne) ho ricominciato...
Ma le verdure mi piacciono di più :P

Gabriella November 4, 2014 at 6:45 PM  

J'admire ta détermination. Je pense qu'il est beaucoup plus facile de commencer cette démarche assez jeune. En effet, notre mémoire n efface pas aussi facilement ses habitudes alimentaires ou autre. Je me suis mise au crudisme à 50 % il y a quelques années suite à des problèmes de santé avec pour but d'éliminer gluten, sucre et laitages. Quant à la viande, j'aimerais tant ne plus en manger mais s'installe une faiblesse physique au bout de quelques temps et mes amis ont le même témoignage, ils ont réintroduit un peu de viande blanche bio pour pouvoir continuer à travailler sans souci. Tu as l'air en pleine forme et sans doute ta beauté resplendit davantage en contrôlant tes aliments, j en suis convaincue.

Elyn's Grin November 4, 2014 at 8:02 PM  

Ciao, stavo pensando di fare questo cambio anch'io. Sto cercando di abituarmi piano piano a togliere sempre più carne e pesce, non voglio fare un cambio drastico...sbaglio a pensarla così?

L'armadio del delitto November 5, 2014 at 8:30 PM  

@ Torino Style: in Francia essere vegetariano non è una passeggiata... in Italia di questo punto di vista la gente è molto più moderna!

@ Friedenlinde: amica, mangiare gli animali non rende forte, e se hai avuto carenze, probabilmente la tua dietà non era equilibrata. Diventare vegetariani infatti non significa eliminare carne e pesce, ma sostituirli con altro e imparare a cucinare in modo un pochino diverso. Visto che mangi poca carne, ti consiglio qualche blog vegetariano o vegan che propone delle ricette molto equilibrate e super buone (e non per forza strane):
http://ricettesenzacrudelta.com/
http://mysugaraw.blogspot.it/
http://cucchiaiodilegno.it/
Non conosco migliaia di blog italiani perché seguo soprattutto dei blog francesi, ma accetto altri consigli :)

@ Gabriella: eh oui je suis en pleine forme! Toi qui connais l'italien, lis mon commentaire ci-dessus concernant la diététique :)

@ Elyn's Grin: complimenti! Io stavo mangiando sempre meno carne prima di decidere di diventare del tutto vegetariana, ma non credo che sia indispensabile perché non si tratta di ridurre l'assunzione di proteine, ferro ecc, ma solo di cambiarne l'origine. Stai attenta a mangiare sempre cereale + legume i giorni in cui non mangi nulla di animale o tofu, così non mancherai di niente.
Fisicamente non ho sentito nessuna differenza nel diventare vegetariana (anche i miei esami del sangue non sono cambiati). Psicologicamente per certe persone può essere difficile, soprattutto se vengono da una famiglia in cui si mangia tanta carne. A questo punto ridurre la carne e il pesce poco a poco può essere utile. Comunque se ti manca all'inizio, pensa che tra pochi anni, l'odore delle carne ti sarà così fastidiosa che la sentirai anche quando sei vicino ad un carnivoro che suda (scrivo delle cose troppo trash, ma è vero!) e non ti mancherà affatto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  © Blogger templates 'Neuronic' by Ourblogtemplates.com

Back to TOP